Benvenuto a Monselice!

Scopri le meraviglie di Monselice (Padova) con le audioguide di GUIDATOUR

Monselice (dal latino Monsilicis, monte della selce) si sviluppò principalmente a partire dall’epoca romana, quando fu data l’impostazione difensiva alla Rocca, la fortificazione tuttora visibile sul colle di Monselice, in seguito potenziata dai Longobardi nel VII secolo. Nel Duecento la città fu ulteriormente rafforzata per volere dell’imperatore Federico II che completò la cinta muraria e fece erigere alcune delle testimonianze monumentali più imponenti, ancora oggi esistenti e visitabili. Contesa da estensi, carraresi e scaligeri, passò definitivamente sotto il governo della Serenissima Repubblica di Venezia a partire dagli inizi del Quattrocento. Un dominio che durò quattro secoli portando all’insediamento di numerose ville nobiliari e all’edificazione della Sacra Via delle Sette Chiese. La splendida passeggiata che conduce alla visita dei principali siti cittadini parte da Piazza Mazzini dove sorge la Torre Civica e, salendo verso la cima del Colle della Rocca, si snoda in un percorso che comprende straordinari monumenti come la Chiesa di San Paolo, oggi Museo, il Castello, Villa Nani, la Pieve di Santa Giustina, il Santuario delle Sette Chiese e Villa Duodo. Oltre al percorso sul colle della Rocca Monselice vanta altri splendidi monumenti tra cui Villa Pisani, d’impianto palladiano con affreschi cinquecenteschi, Villa Emo opera di Vincenzo Scamozzi della seconda metà del ‘500 e famosa per lo splendido giardino, il Castello di Lispida, antico monastero in seguito trasformato in dimora nobiliare, per citarne solo alcuni. Monselice è attraversata dall’anello ciclabile dei colli Euganei, una pista ciclabile lunga 68 km che percorre tutto il perimetro dei Colli Euganei. Inoltre, per gli amanti del trekking, da Monselice parte il sentiero del monte Ricco, segnalato dal Parco Regionale dei Colli Euganei e caratterizzato da boschi di castagni e querce che si alternano a macchia mediterranea e splendidi scorci sui colli e sulla pianura circostanti. Ogni anno a settembre con la manifestazione La Giostra della Rocca la città rievoca le straordinarie giornate di festa che accompagnarono il soggiorno di Federico II a Monselice nel 1239. Le nove contrade si sfidano in gare di abilità e forza e oltre 2000 figuranti in costume medievale danno vita al mercatino medievale e allo splendido corteo che si snoda per ore lungo le vie della città. Benvenuti a Monselice!

Ai piedi del Colle della Rocca si erge il Castello, maestoso complesso architettonico denominato anche Castello Cini, che raggruppa in sé diverse tipologie di edifici. Tra l’XI sec. ed il XVI sec. il castello fu dimora signorile, torre difensiva fino a diventare villa veneta. Il complesso si compone infatti di quattro nuclei principali; la parte più antica è la Casa romanica (XI secolo) che assieme al Castelletto (XII secolo) forma il primo nucleo abitativo.

Lungo via del Santuario che porta al Santuario Giubilare di Monselice si trova l’antica Pieve di Santa Giustina, chiamata comunemente “Duomo Vecchio”. Costruita a partire dal 1256 e terminata vent’anni dopo, per volere del cardinale Simone Paltanieri allora arciprete di Monselice, presenta uno stile tardo romanico con elementi decorativi gotici. Al suo interno si trovano pregevoli opere d’arte, tra cui la Madonna dell’umiltà e il polittico quattrocentesco di scuola veneziana raffigurante santa Giustina, san Prosdocimo e altri Santi. Nella sua storia pluriennale, la Pieve annovera come canonico il famoso poeta Francesco Petrarca.

Il Museo SanPaolo è allestito nel Complesso Monumentale di San Paolo in Monselice, uno tra i siti più antichi della città, databile intorno al 750 d.C.
A partire dal 1985, si sono susseguiti diversi interventi di manutenzione e scavo archeologico e, dal 2006, il Complesso adeguatamente restaurato è fruibile al pubblico.
Nel 2013 iniziano i lavori di allestimento museale, grazie a finanziamenti pubblici e alla determinazione dell’Amministrazione Comunale di Monselice. Si è così delineata la fisionomia propria del Museo della Città, inaugurato l’11 marzo 2017, un museo che oltre a custodire ed esporre importanti reperti archeologici provenienti dal territorio comunale, vuole essere un centro culturale in grado di mantenere viva la propria identità tra i residenti, così da promuoverla tra i numerosi visitatori, studenti, turisti, ricercatori ed esperti, pellegrini e internauti, che ogni anno visitano Monselice.